Follow by Email

venerdì 6 novembre 2009

5 Ancora musica


Anni dopo aver dipinto "The Black Saints....", ho pensato di dipingere Miles Davis, figura fortemente rappresentativa, oltrechè di un'epoca, di un concetto del jazz che ha esteso il campo d'azione senza rinnegare le origini.
Il colore blu credo sia quello che ovviamente viene per primo parlando di jazz, così ho provato ad allontanarmene, mantenendo quella penombra tonale amata da Miles, che qui si volta a controllare il pubblco, lasciando un attimo Trane a meditare, mentre forse la chitarra elettrica sta prendendo un solo, sottovoce...il manico rovesciato della Stratocaster indica che è mancina, ed avrebbe dovuto essere Jimy Hendrix a suonarla, cosa che mai successe, purtroppo, e comunque anche Coltrane era altrove: questo può fare la pittura, evocando suoni che ci sono stati negati...
La batteria è poco rappresentativa, avrei dovuto lavorarci di più, elaborare il brillio dei piatti e gli scuri della cassa, le puntualizzazioni del rullate, come ho fatto nel quadro che mostrerò dopo questo. Questo l'ho intitolato "A Man with a Horn", prendendo dal titolo del'album che riportò Miles Davis sulla scena dopo una lunga pausa...

Nessun commento:

Posta un commento